ZUCCHERO E MALATTIE CARDIO VASCOLARI – CVD

By: | Tags: , , | Comments: 0 | Febbraio 22nd, 2023

Care lettrici e cari lettori,

marzo è un mese di transizione tra l’inverno e la primavera. Si comincia a sentire già l’aria diversa, le giornate si allungano e ci si prepara l’estate. Oggi vi parlo di alcune ricerche che non fanno altro che confermare quanto predico da anni. Troppi zuccheri e carboidrati fanno male, e possono esporre il corpo a seri danni, aumentando il tasso di mortalità.

In un lavoro pubblicato su CIRCULATION del 2019 (Circulation. 2019; 139; 2113–2125) i ricercatori hanno confermato che i consumo di bevande con aggiunta di zucchero e bevande con aggiunta di dolcificanti artificiali, aumentava il rischio di malattie cardio vascolari (CVD). Lo studio ha coinvolto oltre un milione di persone ed il risultato ha portato a confermare che il consumo di zuccheri aggiunti e per lungo tempo, era associato ad un alto rischio di mortalità. L’associazione tra mortalità e consumo di bevande zuccherate era dovuta a malattie cardiovascolari e direttamente proporzionali alle dosi assunte. I risultati sono concordi con i noti effetti avversi dell’elevato apporto di carboidrati sui fattori di rischio metabolico e la evidenza che bere bevande zuccherate aumenta il rischio di diabete di tipo 2, che a sua volta è un fattore di rischio per morte prematura.    

Un recentissimo studio, pubblicato nel 2023 su BMC Medicine (2023,21-34) ha scoperto che le associazioni tra assunzione di carboidrati e CVD possono dipendere dal tipo e fonte di carboidrati consumati, in particolare per gli zuccheri. L’assunzione di zucchero era associata a una maggiori rischi di CVD e sottotipi, in particolare ictus, fatto che supporta la raccomandazione dietetica globale di consumare meno del 5% dell’energia totale da zuccheri.
L’assunzione di zucchero è stata positivamente associata all’aumento dei trigliceridi e delle sottoclassi di lipo proteine, ed in parte spiega il meccanismo della pericolosità di questi zuccheri mentre l’assunzione di carboidrati non raffinati e l’aumento di fibre potevano essere protettivi nell0 sviluppare CVD.

In un precedente articolo vi ho parlato dell’importanza del microbioma, cioè della complessità dei batteri che vivono nel nostro intestino, e di quanto riescano ad influenzare, positivamente o negativamente, il nostro metabolismo

Una ricerca pubblicata su DIABETES nel 2022 (11; 2438-2446), conferma che un tipo di batterio trovato nell’intestino può contribuire allo sviluppo del diabete di tipo 2, mentre un altro batterio può proteggere da questa malattia. Questa ricerca ha scoperto che persone con un più alto numero di batteri COPROCOCCUS c., avevano una maggiore sensibilità all’insulina, mentre le persone che avevano nel microbioma un alto numero di batteri FLAVONIFACTOR p. e ANAEROSTIPES c., mostravano una minore sensibilità all’insulina. Questa disbiosi faceva si che diminuivano i batteri che producevano meno butirrato (un acido grasso), portando le persone a non elaborare correttamente l’insulina.

Uno studio pubblicato su SCIENCE nel 2018 (359; 6380;1151-1156) conferma che un corretto microbioma ed una dieta ricca di fibre diverse porta ad un miglior controllo della glicemia, una più consistente perdita di peso e migliori livelli di lipidi ematici nelle persone con diabete di tipo 2. Nell’intestino questi batteri scompongono i carboidrati non raffinati come le fibre, producono acidi grassi a catena corta che nutrono le cellule intestinali, diminuiscono l’infiammazione e aiutano a controllare l’appetito. E la carenza di questi acidi grassi a catena corta è stata associata al diabete di tipo 2.

Sempre di più si conferma la validità del protocollo dieto terapico NutriSalus nel contenere e prevenire certe malattie metaboliche.

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie, ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi.

We use WooCommerce as a shopping system. For cart and order processing 2 cookies will be stored. This cookies are strictly necessary and can not be turned off.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi