ANTIOSSIDANTI NATURALI

ANTIOSSIDANTI NATURALI

Non è facile spiegare cosa è un radicale libero o capire un concetto come quello dello stress ossidativo e degli antiossidanti. Cercherò in maiera semplice di spiegare il concetto che c’è alla base del terzo angolo del TRINGOLO DELLA SALUTE. Punto importante tanto quanto gli altri due concetti del triangolo.

Lo stress ossidativo è definito come la lesione dei tessuti derivante da un disturbo nell’equilibrio tra la produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS), noto anche come i radicali liberi, e meccanismi di difesa antiossidanti. In condizioni fisiologiche, le difese antiossidanti sono in grado di garantire una protezione efficace contro gli effetti deleteri dei radicali liberi, ma in condizioni in cui sia la formazione di radicali liberi è aumentatia o  le difese antiossidanti vengono inattivate o diminuiscono, l’accumulo di radicali  liberi che ne consegue porta a danni cellulare e danni  tissutali.
Il ruolo dei radicali liberi nei processi patologici quali danno cellule, cancro e invecchiamento, è stato originariamente riconosciuto da Harman che ha ipotizzato vivo che la generazione di radicali liberi come un importante contributo nella patogenesi di sviluppo di molte malattia. La scoperta dell’enzima superossido dismutasi, nel 1969, ha stabilito il ruolo dei radicali liberi nei sistemi biologici. Successivamente, una vasta ricerca scientifica ha stabilito un importante e basilare ruolo dei radicali liberi  nella progressione dell’invecchiamento, così come causa di diverse condizioni patologiche, tra cui la malattia cardio circolatorie, l’ictus, la demenza ischemica, la carcinogenesi, malattie neurodegenerative, malattie polmonari, malattia renali e lo sviluppo del diabete.
radicali_liberi
Un radicale libero è definito come un qualsiasi atomo o molecola che contiene uno o più elettroni spaiati . La presenza di elettroni spaiati aumenta la reattività di un atomo o di una molecola, rendendoli così molto più reattivi di un corrispondente non radicale. I radicali liberi sono noti per avere effetti deleteri nonché benefici. Molte volte vengono demonizzati ma i radicali liberi sono generati in grandi quantità come sottoprodotti di reazioni fisiologiche comuni, così come sono prodotti finali di reazioni chimiche utilizzati per scopi di difesa specifiche, come l’attivazione dei neutrofili. Fonti addizionali di produzione dei radicali liberi, oltre alle reazioni chimiche endogene, sono l’ozono, biossido di azoto, e la radiazione elettromagnetica. Lo ione superossido, l’ossido nitrico e l’idrogeno perossido svolgono un ruolo importante nella fisiologia umana, ma allo stesso tempo sono ben noti per essere la causa che accelera il processo di invecchiamento e la degenerazione cellulare nello sviluppo dello stato di malattia.

Gli antiossidanti sono molecole presenti in molti cibi, e sono deputate a diminuire lo stress ossidativo. Combattono la formazione di radicali liberi dannosi. Di seguito una classe di antiossidanti, i flavonoidi, ma ve ne sono molti altri e presenti in molti cibi consigliati dal Medoto NutriSalus.

51

I flavonoidi sono composti polifenolici abbondanti in frutta e verdura, ed è stata dimostrata una relazione positiva tra consumo di alimenti ricchi di flavonoidi e la prevenzione di malattie. Studi epidemiologici sostengono che il consumo di cibi ricchi di flavonoidi nella dieta quitidiana ha effetti benefici sulla omeostasi del glucosio e dei lipidi ematici. Alcuni studi hanno dimostrato gli effetti benefici dei flavonoidi che, a concentrazioni fisiologiche, sono paragonabile agli effetti clinici dei farmaci antidiabetici; tuttavia, la ricerca clinica in questo campo e studi sugli effetti anti-diabetici di metaboliti dei flavonoidi sono ancora in corso per le potenzialità che hanno queste molecole. I flavonoidi agiscono su diverse vie metaboliche e sono in grado di modulare e di regolare diverse vie di segnalazione del segnale nelle cellule beta pancreatiche, epatociti, adipociti e fibre muscolari scheletriche.

Gli antiossidanti in generale hanno effetti benefici nei seguenti casi:antiossidanti

  • diabete, migliorando la secrezione di insulina promuovuendo la proliferazione delle cellule beta pancreatiche;
  • di migliorare dello stato di iperglicemia attraverso regolazione del metabolismo del glucosio negli epatociti;
  • di ridurre la resistenza all’insulina, l’infiammazione e lo stress ossidativo nel muscolo e nel tessuto adiposo;
  • di aumentare l’assorbimento del glucosio nel muscolo scheletrico e nel tessuto adiposo bianco.

 

 

FASI DEL METODO NUTRISALUS

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie, ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi.

We use WooCommerce as a shopping system. For cart and order processing 2 cookies will be stored. This cookies are strictly necessary and can not be turned off.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi