GLICEMIA ED INSULINA

By: | Tags: | Comments: 0 | Novembre 28th, 2022

Care lettrici e cari lettori.

Si avvicinano le feste natalizie, momento di ritrovo per stare in famiglia e con i propri cari. Di sicuro si cucineranno cose buone e ci saranno dolcetti a disposizione. Come dico sempre, questo è un periodo in cui prendere peso è facile, come è difficile smaltirlo dopo. Si può mangiare tutto, ma senza esagerare. Un semplice consiglio. Abbinate proteine ad ogni singolo pasto. Colazione compresa.

Buon NATALE E FELICE ANNO NUOVO dallo staff di NUTRISALUS.

Carboidrati: fai la scelta giusta.

I carboidrati sono la nostra fonte di energia. Esistono due tipi di carboidrati: semplici e complessi.
Ma qual è la differenza?
I semplici, come lo zucchero ed il miele, sono di rapida assunzione ed utilizzo. I complessi, come la farina integrale od il riso integrale, ci vuole più tempo per assorbirli.
Ma la differenza maggiore la fanno nel nostro sangue. I semplici innalzano subito i livelli di glicemia ed insulina, i complessi molto di meno e non danno picchi né di glicemia né di insulina. Quindi saper scegliere i carboidrati corretti è di fondamentale importanza per mantenere il nostro stato di salute e prevenire future complicazioni. Cosi come per tenere sotto controllo la nostra glicemia. Basta evitare i carboidrati semplici? Non è così facile. Tutti gli alimenti che hanno una aggiunta di zuccheri in genere non sono una scelta consigliata. Ma i carboidrati semplici si trovano anche naturalmente in molti alimenti di uso comune. Ad esempio il latte, ed i prodotti lattiero-caseari contengono lattosio. Leggete sempre le etichette. Un primo inizio è consumare pane fatto con carboidrati complessi. Il pane integrale, ma anche le farine di avena, soia, kamut, orzo e segale sono una ottima scelta. Sostituite la farina bianca con quella integrale. Pasta integrale così come fette biscottate integrali. La frutta è una ottima scelta, anche se ricca di fruttosio, uno zucchero semplice. La sua peculiarità è che, alcuni tipi di frutta mantengono costanti i livelli di glicemia, poiché la frutta è ricca di fibre, che rallentano l’assorbimento degli zuccheri, vitamine e sali minerali. Alcuni tipi di frutta, invece, agiscono in maniera diversa, ed alzano tanto la glicemia post prandiale e, di conseguenza, i valori di insulina. Un’altra fonte di zuccheri dannosi, ed in forma subdola, sono le bevande commerciali. Non esiste una bevanda a cui non siano addizionati zuccheri. Di tutti i tipi. Meglio una sana e semplice spremuta. Un’altra fonte di carboidrati complessi sono i legumi. Di tutti i tipi. Preferendo ceci, lenticchie e fagioli. Anche le fave crude sono un’ottima fonte di carboidrati complessi. Anche se sembra strano, ma il popcorn apporta una serie di carboidrati complessi. Sono una valida alternativa al biscotto, ma senza sale. Molti amano il riso, ed anche qui fare la scelta giusta. Un riso bianco è raffinato, e significa che ha perso tutta una serie di componenti, tra cui le fibre. Preferite un riso integrale, cercando di cuocerlo un po’ al dente. Lo Yogurt? Ottima fonte di probiotici, proteine e carboidrati giusti. Ma non quelli arricchiti di zuccheri o frutta…… Oggi, per fortuna, sono disponibili yogurt proteici. Scegliete quelli che hanno un valore di proteine di 20 grammi o superiori.

Chi alza la glicemia e l’insulina?

Sapevate che il caffè alza l’insulina? Ebbene si. Dopo un caffè, zuccherato o no, l’insulina si alza. Paradossalmente il caffè, tanto demonizzato, ha effetti cardiotonici e termogenici. Un trucco? Mai due caffè vicini. Un secondo caffè due, tre ore dopo il primo e non più di 2-3 caffè giornalmente. Tutte le bevande senza zucchero alzano la vostra glicemia alle stelle. È vero che non hanno glucosio, ma hanno zuccheri differenti, tipo i polialcol, che agiscono come e meglio del saccarosio per alzare la glicemia. Il pacchetto di cracker, che mangiate come spuntino, è micidiale. Bum. Picco di insulina e dopo 2 ore avete più fame di prima. Altro che spezza fame. Anche lo stress, influenza i nostri livelli di glicemia. Quindi…. calma. Anche le bevande Sport Drink sono ricche di zuccheri. Se utilizzate durante l’attività fisica hanno una ragione, ma utilizzate solo per berle non va bene. Apportano sali minerali, ma anche una serie di zuccheri che se male utilizzati alzano la glicemia. Anche tutta una serie di farmaci sono in grado di innalzare la glicemia. Il cortisone o i corticosteroidi, usati per curare asma, artriti ed altre patologie sono in grado di innalzare la glicemia. Se sottoposti a lunghe cure di cortisone, tenere sotto controllo la glicemia. Anche i diuretici, utilizzati nell’ipertensione, possono alzare i livelli di glicemia. Anche altri farmaci hanno come controindicazione di alzare i livelli di glicemia, come gli anticoncezionali, ma il vostro medico sa come fare per prevenire questi effetti negativi.

Care lettrici e cari lettori, continua la nostra CAMPAGNA ANTIFUMO. Per tutto l’inverno prolunghiamo la nostra offerta del trattamento per smettere di fumare.

Dott. Prof. Angelo de Martino
Se ti piace l’articolo e lo reputi interessante, metti “mi piace” e condividilo con i tuoi amici.

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie, ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi.

We use WooCommerce as a shopping system. For cart and order processing 2 cookies will be stored. This cookies are strictly necessary and can not be turned off.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi